ENEIDE IV | vv. 362-392 | La disperazione di Didone

La disperazione di Didone Didone ha compreso che Enea è irremovibile nel suo proposito e si lascia travolgere dalla disperazione. Testo originale latino Eneide vv. 362-392 Talia dicentem iamdudum aversa tuetur huc illuc volvens oculos totumque pererrat luminibus tacitis et sic accensa profatur: v. 365 “Nec tibi diua parens generis nec Dardanus auctor, perfide, sed […]

ENEIDE IV | vv. 296-330 | Confronto tra Enea e Didone

Il drammatico confronto tra Enea e Didone Didone, accortasi dei preparativi della partenza, si rivolge irata a Enea, chiedendogli spiegazioni. Testo originale latino Eneide vv. 296-330 At regina dolos quis fallere possit amantem? praesensit, motusque excepit prima futuros omnia tuta timens. eadem impia Fama furenti detulit armari classem cursumque parari. v. 300 saevit inops animi […]

Paradigmi completi Eneide Libro IV

Paradigmi Eneide Libro IV Paradigmi suddivisi per versi + significato in italiano VERSI 1-10 SIGNIFICATO alo, is, alui, altum o alitum, alĕre 3° nutrire carpo, is, carpsi, carptum, ĕre 3° prendere recurso, as, avi, atum, are 1° ritornare haereo, es, haesi, haesum, ēre 2° rimanere infīgo, is, fixi, fixum, ĕre 3° Fissare nella mente do, […]

ENEIDE IV | vv. 279-295 | Preparativi per la partenza

Preparativi per la partenza Enea, atterrito dalla visione e dall’ammonimento di Mercurio, dà gli ordini ai suoi uomini di preparare la partenza. Testo originale latino Eneide vv. 279-295 At vero Aeneas aspectu obmutuit amens, v. 280 arrectaeque horrore comae et vox faucibus haesit. ardet abire fuga dulcisque relinquere terras, attonitus tanto monitu imperioque deorum. heu […]

ENEIDE IV | vv. 238 – 278 | Visita di Mercurio a Enea

Visita di Mercurio a Enea Mercurio vola verso Enea e riporta gli ordini divini di Giove. Testo originale latino Eneide vv. 238-278 Dixerat. ille patris magni parere parabat imperio; et primum pedibus talaria nectit v. 240  aurea, quae sublimem alis sive aequora supra seu terram rapido pariter cum flamine portant. tum virgam capit: hac animas […]

ENEIDE IV | vv. 219 – 237 | Comandi di Giove a Mercurio

Comandi di Giove a Mercurio L’invocazione del re Iarba richiama l’attenzione di Giove sui due amanti dimentichi del volere dei fati. Il re dell’Olimpo chiama allora il messaggero Mercurio e gli affida i comandi da riferire a Enea che indugia a Cartagine. Testo originale latino Eneide vv. 219-237 Talibus orantem dictis arasque tenentem v. 220 audiit […]

ENEIDE IV | vv. 198 – 218 | Invocazione del re Iarba

Invocazione a Giove del re Iarba Nei versi 198-218 assistiamo all’invocazione a Giove del re Iarba, mosso dal risentimento verso Didone. La regina, dopo averlo respinto, ha accolto uno straniero al suo fianco e l’ha messo a capo delle sorti di Cartagine. L’invocazione violenta richiama l’attenzione di Giove sui due amanti dimentichi del volere dei […]

ENEIDE IV | vv. 160 – 197 | Connubio tra Enea e Didone + La Fama si diffonde

Connubio nella spelonca e diffondersi della Fama Nei versi 160-197 assistiamo all’unione di Didone ed Enea, messa a punto dall’inganno di Giunone e Venere. I due si ritrovano nella stessa grotta durante un temporale indotto da Giunone. Alla presenza della furia della natura, sono uniti da un sacro vincolo, che richiama una funesta cerimonia nuziale. […]

ENEIDE IV | vv. 129 – 159 | La battuta di caccia fatale

Il fatale connubio nella spelonca tra Enea e Didone Nei versi 129-159 assistiamo ai preparativi e allo svolgersi della battuta di caccia. La scena è descritta da Virgilio con dettagli precisi che evocano splendore, vigore e forza, in contrapposizione con i toni foschi che caratterizzano l’unione tra Enea e Didone nella spelonca, nei versi immediatamente […]

ENEIDE IV | vv. 90 – 128 | Patto tra Giunone e Venere

Patto tra Giunone e Venere Nei versi 90-128 assistiamo all’intervento divino: l’inganno messo a punto da Giunone (la “Saturnia”) e Venere. Giunone, protettrice di Cartagine e dei matrimoni, ha capito la passione della regina di Cartagine e vuole sfruttarla a suo vantaggio, per trattenere Enea e i profughi di Troia a Cartagine. In questo modo […]

ENEIDE IV | vv. 54 – 89 | Da regina ad amante: Didone si abbandona al furor

Didone si abbandona alla passione d’amore Nei versi 54-89 Didone, incoraggiata dalla sorella Anna, abbandona ogni indugio e si lascia andare alla passione. Dopo aver celebrato i sacri rituali propiziatori, non tenta più di frenare il suo furor. Giorno e notte cerca la compagnia di Enea, ascolta le sue imprese, lo pensa, lo desidera. I […]

ENEIDE IV | vv. 1 – 53 | Confessione di Didone alla sorella Anna

In Didone nasce la passione Il IV libro dell’Eneide è quello in cui vediamo sorgere e consumarsi la passione di Didone, la bella regina cartaginese, per Enea, approdato con la sua flotta nelle sue terre. Nei primi novanta versi di Eneide IV libro assistiamo allo sbocciare della passione, dapprima occulta e poi del tutto incontrollabile, […]